Brixia
Film
Festival



September
︎23
︎24

︎25
︎26



Brixia
Film
Festival

September
︎23
︎24
︎25
︎26


Brescia

Italy
︎September 23 - 26







Paride Scanferlato

Paride Scanferlato è un regista e sceneggiatore basato in Puglia. Nel 2018 scrive il suo primo lungometraggio intitolato "Mad Brew", ispirato ai fatti di "The London Howlin' Wolf Sessions", in lavorazione dal 2023.Tra i suoi lavori più recenti il cortometraggio a tema Lovecraftiano "From Beyond" (2020), in veste di co-sceneggiatore e produttore associato, e "Giuvini" (2021), documentario sulla fiorente imprenditoria giovane Pugliese, di cui sarà produttore e regista.
Attualmente lavora come editor freelance e colorista per pubblicità e social media content. Paride è stato anche Presidente della Giuria nella prima edizione del Brixia Film Festival.

Francisca Borges

Francisca Borges, 23, è una studentessa portoghese attualmente iscritta al Master in Filmmaking alla RUFA di Roma. Precedentemente ha conseguito la laurea triennale in Letteratura inglese con scrittura creativa alla University of Surrey, con una tesi incentrata su etica e studi cinematografici (Ethics and Film Studies). La sua passione per inglese e portoghese ha acceso il suo interesse per editing e traduzione, portandola a lavorare per un breve periodo come traduttrice per una compagnia portoghese. In seguito al conseguimento degli studi liceali e all’inizio di un undergraduate degree, ha svolto attività di volontariato nel Sud-est Asiatico per sei mesi, dedicandosi all’insegnamento dell’inglese e dell’utilizzo dei computer a ragazze di scuole superiori. 

Angelica Bizzotto

Angelica è una filmmaker freelance specializzata nei reparti Camera e Lighting, oltre che videografo e creatore di contenuti. È laureata recentemente al BA Film Course presso l'Università di Westminster a Londra, dove nel 2020 è stata vicepresidente della UWSU Film Society e ha diretto l'acclamato Westminster Film Festival.
Nell'ultimo anno ha creato contenuti creativi per la BBC, la Y20 e Mind Charity UK, oltre ad altri brand internazionali e privati tra Regno Unito e Italia.
Cinematographer statement: "All'interno di tutte le forme cinematografiche, ho una particolare attrazione per il documentario, perché è una forma d'arte imprevedibile e stimolante. Realizzare un documentario ti dà la libertà e l'opportunità di incontrare persone e storie che altrimenti non avresti incontrato, imparando anche sulla vita e i diversi soggetti che il documentario abbraccia".

Francesco Guarnori

Francesco Guarnori vive a Milano e lavora come autore e regista, principalmente per spot, branded content, cortometraggi e documentari. Dopo una specializzazione in Letteratura e Cinema presso l’Université de Poitiers (in Francia) e la laurea all’Università degli Studi di Milano, frequenta il Centro Sperimentale di Cinematografia - Sede Lombardia, indirizzandosi verso la pubblicità e il cinema d'impresa. La sua mini-serie Reparto Genesi ha vinto presso gli NC Digital Awards 2018, come Best Digital Branded Content, mentre il suo corto “L’uomo che uccise James Bond” (ora disponibile su Amazon Prime Video) ha ottenuto diversi riconoscimenti nel circuito festivaliero (tra cui, ad esempio, l’Adriatic Film Festival 2019, il London Worldwide Comedy Short Film Festival 2019, il Sicily Farm Film Festival 2019).

Emanuela Muzzupappa

Emanuela Muzzupappa (1995) nasce a Reggio Calabria. Si laurea alla NABA di Milano (nuova accademia di belle arti) in Media Design e Arti Multimediali con la presentazione del suo primo cortometraggio “Legami”.
Nel 2019 scrive e dirige il cortometraggio “Accamòra” che viene selezionato alla SIC della 77a Mostra del Cinema di Venezia. Successivamente entra nella selezione ufficiale di numerosi festival internazionali tra il Clermont Ferrand Film Festival, diversi Academy Award Qualifying e vince al Figari Film Fest il premio Rai Cinema Channel. Attualmente frequenta il secondo anno del corso di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Teresa Bucca

Nata a Firenze nel 1994, Teresa Bucca è residente tra Firenze e Milano. Dopo un percorso dedicato alla pittura intraprende gli studi in fotografia. Sviluppa un approccio multidisciplinare, consolidando interesse per la fotografia di paesaggio e di messa in scena. Nel 2018 conclude gli studi presso lo Studio Marangoni e partecipa a varie mostre collettive. Nel 2019 si diploma come montatrice e operatrice per cinema, teatro e televisione e inizia a prendere parte a produzioni cinematografiche. Collabora alla fase di montaggio come affiancamento alla regia nel film “Divinazioni” di Leandro Picarella, finalista ai Nastri d'Argento 2021, ed è montatrice di un cortometraggio dello stesso regista. Tra il 2019 e il 2020 vince due volte Visioni in Movimento, residenza artistica itinerante che le permette di produrre due documentari di osservazione. Nel 2020 sviluppa un progetto di educazione alla scoperta dei luoghi attraverso fotografia e video con alcune cooperative sociali e lavora come fotografa per due Ong. Nel 2021 realizza il suo quarto cortometraggio documentario e il suo primo corto di finzione. Prosegue gli studi di regia presso la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti a Milano.

Mino Capuano

Girolamo (Mino) Capuano nasce il 09/02/1994 a Marcianise (CE). Si trasferisce a Roma per studiare cinema alla Rome University of fine Arts, proseguendo gli studi in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Ha lavorato con case di produzione come Imago e Fandango.
Nel 2017 lavora come aiuto regista al documentario “LA MIA IDEA D’ARTE” girato all’interno dei musei vaticani. Nello stesso anno partecipa al concorso “Human Democracy” presieduto dall'architetto internazionale Francis Kerè vincendo il premio Sky Arte con il documentario “WE ARE THE ONLY ONE". Nel 2016 partecipa inoltre come direttore della fotografia al cortometraggio “ADAVEDE” selezionato alla “Settimana Internazionale della Critica di Venezia”. Per lo stesso corto riceve il premio “MIGLIOR FOTOGRAFIA” in occasione dell’ “Ivelisecine Film Festival”. Nel 2017 realizza il suo mediometraggio “APPOCUNDRIA” vincitore nella categoria “BEST ITALIAN FILM” al “Verona International Film Festival”. Nel 2018 è vincitore del bando “SCRIVERE CINEMA” corso di alta formazione in scrittura cinematografica. Nel 2019 vince il bando “NOS SOMOS EL FUTURO” per la realizzazione di un cortometraggio con un contributo di 20.000 euro da parte della DGC del MiBAC. Nel 2019 ha filmato il backstage di “FAVOLACCE” dei Fratelli D’Innocenzo. Nel 2021 termina le riprese del film indipendente “QUANNO CHIOVE”, che è attualmente in fase di post produzione.

Stefano Schiavone

Stefano Schiavone (28) si laurea in Business and Management all’Università di Roma Tor Vergata. Nel 2018 firma “Sembra un giorno di festa” con il quale consegue, con il massimo dei voti, il diploma al corso di regia e sceneggiatura all’Accademia Nazionale del Cinema di Bologna. Continua poi la sua formazione studiando Film and Television all’UCLA di Los Angeles. Nel corso degli anni vive diverse esperienze di set in Italia e all’estero e, nel 2019, produce, scrive e dirige il cortometraggio “Fate tre passi indietro (con tanti auguri...)”, selezionato in 60 festival internazionali e vincitore di 15 premi. Attualmente è impegnato nel Master in Media Entertainment – Gestione della Produzione Cinematografica e Televisiva presso la Luiss Business School. È CEO e co-founder della società di produzione e distribuzione cinematografica Oudeis srl ed executive director dell’Oudeis Film Festival che avrà la prima edizione del dicembre 2021.

Martina Bonfiglio

Martina Bonfiglio, 24 anni, è laureata in Cinematografia presso la Rome University Of Fine Arts. Ha frequentato un master in Sceneggiatura e Produzione alla Sapienza e grazie al suo percorso di studi ha sviluppato spiccate capacità organizzative e gestionali, mettendo alla prova le sue conoscenze nelle fasi di pre-produzione e di produzione cinematografica. Ad oggi collabora con una piccola realtà, chiamata Persico Film, un team di giovani creativi che si cimenta nella produzione audiovisiva e la cui unione nasce appunto dal desiderio comune di raccontare storie in maniera indipendente.

Jean Hazaar

Jean Hazaar, in arte Voodoo Kid, ha studiato musica a Londra alla Westminster University con ottimi risultati, conseguendo in seguito un master alla Goldsmiths University of London, e tornando in Italia per farne una professione. Tra R&B, urban e pop, scrive e compone musica per il proprio progetto e per terzi. Il 20 novembre 2020 pubblica il suo primo disco “amor, requiem” per Carosello Records, arricchito successivamente dal brano “lolita” con il quale ha performato al Milano Pride 2021. Voodoo Kid incarna perfettamente la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la gen Z, libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore e non ha paura di mostrare i propri sentimenti. I suoi interessi sono la musica, la cultura giapponese, il mondo del gaming, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv.

Amitt Darimdur

Amitt Darimdur è un fonico di presa diretta messinese, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Dalla sua passione per la musica origina la curiosità di capire cosa sia il suono e il desiderio di indagarne i vari aspetti, per questo decide di frequentare la scuola di musica La Mediterranea di Reggio Calabria. Con il collettivo messinese “Nonguardarlo” muove i primi passi come fonico di presa diretta e montatore del suono, collaborando a diversi corti e spot.
Trasferitosi a Roma, lavora ad altri cortometraggi e continua i suoi studi presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove si diploma in tecnica del suono e si specializza in presa diretta.
Tra i suoi ultimi lavori, “Esterno Notte” di Marco Bellocchio,come assistente al suono, e il documentario “La Sutra del Ferro” di Francesco Cannavà, come fonico.

Matteo Barraccola ed Elia Paghera

Il progetto Papercut nasce nel 2018, l’intento di diventare una casa di produzione video indipendente nasce e cresce dalla grande voglia di Elia Paghera e Matteo Barraccola di dar spazio ai giovani per progetti giovani. Dare una voce e un contenuto alla nostra generazione. La passione per il video e il cinema, ha spinto sempre di più il progetto a crescere con la realizzazione di cortometraggi, video musicali, podcast e tanto altro.

Claudia Sicuranza

Fotografa e direttrice della fotografia, nasce a Fiesole (FI) nel 1993 e attualmente vive e lavora a Roma, dove ha concluso gli studi al Centro Sperimentale di Cinematografia. Il suo lavoro è una costante ricerca sul potenziale narrativo ed emotivo della luce e dei colori, di come essi modellino le figure umane in relazione allo spazio/natura circostante, attraverso la sperimentazione del linguaggio fotografico e cinematografico, sia analogico che digitale.
Negli ultimi anni ha lavorato e curato la fotografia per cortometraggi e lungometraggi partecipando a festival nazionali e internazionali come la Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e il Festival Internazionale del Cortometraggio di Clermont-Ferrand.Nel 2020 fonda Eki magazine, una rivista indipendente semestrale che ha l’obiettivo di esplorare il tema della luce in tutte le sue forme d’arte


Edoardo Intonti

Ha completato nel 2019 la prima edizione de il “Master in Scrittura Cinematografica e Arte del Racconto” tenuto da Gianni Canova e Vittorio Scurati. Ha collaborato nel reparto sviluppo e selezione sceneggiature per Notorious Pictures, The Producers London e il Hubert Bals Fund. Oggi sta terminando il corso di Produzione al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e collabora come assistente di produzione con  la Quijote Films di Santiago de Chile.

Luca Ferrara, presidente della giuria

Laureato in produzione cinematografica alla University of Westminster di Londra, è stato Presidente della UWSU Film Society tra il 2018 e il 2019. Nel 2019 è stato co-fondatore e co-direttore del Westminster Film Festival di Londra e del Brixia Film Festival di Brescia. Attualmente si divide tra l’Italia e il Regno Unito, dedicandosi alla produzione e alla regia di cortometraggi e spot pubblicitari.

Direttore Artistico: Leonardo Loraschi

Leonardo Loraschi, 22 anni, direttore artistico del Brixia Film Festival e Fondatore e presidente dell'Associazione Miso, ha frequentato il liceo Classico Arnaldo e il Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. Da sempre appassionato di Cinema, dopo la laurea in Scienza e Tecniche di Psicologia Cognitiva all'Università degli Studi di Trento si iscrive al Master in Film Arts alla RUFA - Rome University of Fine Arts.





©