Brixia
Film
Festival



September
︎23
︎24

︎25
︎26



Brixia
Film
Festival

September
︎23
︎24
︎25
︎26


Brescia

Italy
︎September 23 - 26





Candidati






The Louxor’s Necklace,  15’, Antoine Pineau, Francia

Sotto la rotonda del cinema Louxor, nel quartiere parigino di Barbès, ad una maestra di nome Solange Billaudaut viene rubata la collana. Qualche giorno dopo, incontra il suo aggressore in una stanza d'interrogatorio, in presenza di un ispettore di polizia e della sua segretaria. Inizia un gioco di sciarade, ma le maschere cadono progressivamente, mentre la storia prende una piega un po' strana.

Antoine Pineau ha studiato cinema all'Università Sorbona Nouvelle. Dopo aver lavorato in varie professioni legate al cinema, ha diretto il suo primo cortometraggio, "Le Sully", nel 2012.

Un Piano Perfetto, 15’, Roberto Achenza, Italia

Due amici squattrinati e senza speranze, pur di dare una scossa alla loro vita, si improvvisano ladri e tentano una rapina in un bar. Roberto Achenza nasce a Sassari il 1 Ottobre 1984. Finiti gli studi artistici, inizia a lavorare come filmmaker, realizzando corti, spot e video musicali.

Dal 2013 inizia a lavorare in varie produzioni cinematografiche, tra cortometraggi e lungometraggi, ricoprendo il ruolo di script supervisor, direttore della fotografia o regista.

The Cloud is still There, 18’,  Mickey Lai, Malesia

Quando suo nonno si ammala in maniera terminale, Xiao Le, una giovane donna cristiana, deve prendere una decisione sull'opportunità di intervenire tramite i rituali taoisti della famiglia. Spinta dal desiderio di salvare l'anima del nonno inizia a pregare segretamente al suo capezzale. Quando sua madre scopre l'inganno ne rimane devastata.

Nata nel 1995 in Malesia, Mickey Lai è una scrittrice e regista. Nel 2020 ottiene il Master of Fine Arts – Film and TV Production alla Met Film School di Londra. Lavora attivamente nel suo paese come regista freelance, assistente alla regia e montatrice. Recentemente il suo cortometraggio di debutto semi autobiografico "The Cloud Is Still There" è stato selezionato al prestigioso 25 ° Busan International Film Festival ed al Norwich Film Festival (BAFTA qualifying).

La Grande Onda, 15’, Francesco Tortorella, Italia

La svolta imprenditoriale di una delle più efferate e potenti organizzazioni criminali del pianeta: la ‘Ndrangheta, raccontata attraverso la vita e la morte di un uomo comune.

Autore, direttore creativo e regista, ha iniziato come illustratore e animatore, per molti anni ha lavorato come Art & Motion Director per i brand più noti come Mini, Mastercard, Mercedes Benz, Apple, Ferrari e con broadcasters internazionali come Sky, Fox, Rai, Cartoon Network. Ha curato l’identity di numerosi TV shows e contenuti per decine di eventi internazionali, ha scritto e diretto due cortometraggi d’animazione, videoclip musicali, spot e campagne pubblicitarie, collaborando con agenzie internazionali come lo studio premio Oscar per gli effetti speciali Pixomondo in Beijing. Nel 2014 fonda la casa di produzione cinematografica, TV e digital Made On VFX srl dove ricopre il ruolo di Executive Creative Director.

L’Oro di Famiglia, 15’, Emanuele Pisano, Italia

Un giovane ladruncolo e una rapina. Tra la merce rubata, un oggetto cattura la sua attenzione: non oro, non argento e non cimeli antichi, ma qualcosa di molto più prezioso da restituire.

Emanuele Pisano è nato a Scordia (Catania/Sicilia) nel 1988, si trasferisce a Roma dove si laurea in arte drammatica al DAMS di Roma Tre. Ha trovato la fama nel campo dei cortometraggi nel 2009 con “Rec Stop & Play”, che ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il premio come miglior cortometraggio al Taormina Film Fest. Ha diretto molti videoclip musicali (per Ultimo, Briga, Mostro, Lowlow e Gianluca Grignani). Dal 2018 al 2019 ha diretto la seconda e terza stagione della serie “Sara e Marti” per Disney Channel. Ha anche diretto “Sara e Marti-Il film”. Dal 2014 lavora come regista televisivo per diversi programmatori sui canali RAI, Mediaset e Discovery. Il suo cortometraggio “La famiglia Gold” è uscito nel 2020.

Al Tabbab, 7’, Khalifa Al – Mana, Qatar

Al Tabbab è la storia di un ragazzo e di suo padre, accompagnati dalla loro capra, su un vecchio dua che naviga verso un sito rituale segreto dove si svolge un antico rito di offerta per raccogliere perle da un misterioso mostro marino. In questo viaggio, il ragazzo salpa deciso a impressionare suo padre e a renderlo orgoglioso, ma la ricerca delle perle non è un compito facile e con le probabilità contro di lui, il ragazzo lotta con le richieste del padre e non può fare a meno di sentirsi una grande delusione. Ma quando il mostro marino preferisce la capra del ragazzo alle solite offerte, il ragazzo deve compiere un salvataggio eroico per salvare il suo amico da morte certa e per dimostrare a suo padre che è pronto ad essere un uomo indipendente.

Khalifa Al Mana è un ingegnere, animatore 3D e regista. Ha completato un programma intensivo di 18 mesi sulla Character Animation e ha recentemente diretto il suo primo cortometraggio animato in 3D intitolato “Al Tabbab”. In tutto il suo lavoro, Khalifa si sforza di ritagliare uno spazio  per l'industria del cinema d'animazione del Qatar a livello internazionale e regionale. Si impegna a raccontare storie originali del Qatar e autentiche storie arabe di grande rilevanza culturale per il mondo.

Broken Roots, 4’, Asim Tareq, Sarah Elzayat, Giordania

Adam, un bambino di 10 anni che impersonifica ilsuo disagio con un albero nero nel mezzo del deserto, cerca di riempire il vuoto dentro di sé disegnando. L'unico colore che conosce è il nero, sebbene la suastanza sia piena di scatole colorate.

Asim Tareq (regista, motion designer, compositore, animatore 3D, modellatore) e Sarah Elzayat (character designer, concept artist e animatrice 2D) sono entrambi laureati in animazione e multimedia presso l'Università di Petra in Giordania. Lavorano assieme alla regia ed alla creazione del cortometraggio animato "Broken Roots". In precedenza la loro collaborazione porta alla creazione di numerosi progetti, tra cui l'apertura delFestival Cinematografico di Karama.

Oltre i Giganti, 9’, Marco renda, Italia

Per uscire dalle proprie prigioni mentali bisogna vedere il presente. Un Don Chisciotte bloccato fisicamente in una dimensione che non percepisce come nuova, continua a ripetere se stesso nella lotta contro i Mulini a vento. Un bambino e il suo sguardo sognante e puro su quegli stessi mulini, risveglieranno l'uomo che capirà di essere libero.

Marco Renda ha studiato regia a Pigrecoemme e si è laureato in regia alla Nuova Università del Cinema. Con “Batman senza confini” è stato selezionato al Centro Sperimentale. Ha una laurea in letteratura ed è vincitore della borsa di studio al Fabrica di Benetton. Con il cortometraggio “Sugar Plum Fairy” ha ottenuto il Globo d’Oro 2015. Con una lunga esperienza nel settore della fiction, nel 2010 ha diretto con Raoul Bova “Amore nero”. “Edhel” è il suo primo lungometraggio. Ha scritto e diretto il pluripremiato “Apollo 18”. Nello stesso anno ha diretto, insieme a Raoul Bova, il film “Ultima gara”.

Dajla: cinema and oblivion, 15’, Arturo Dueñas Herrero, Spagna

La vita continua a Dakhla, uno dei campi profughi saharawi nel sud dell'Algeria, dimenticato da 45 anni. La celebrazione di un festival del cinema, il Fisahara, rompe la monotonia. L'evento finisce, la vita (e l'oblio) continua.

Arturo Dueñas (Esguevillas de Esgueva, Valladolid, Spagna, 1962). Laureato in Arte, diplomato in Cinematografia e corso di regia alla New York Film Academy, membro effettivo dell'Accademia delle Arti e delle Scienze Cinematografiche di Spagna, attore, regista, produttore, montatore e sceneggiatore in diversi cortometraggi, ha prodotto e diretto i lungometraggi "Amateurs" (Aficionados, 2011), selezionato e premiato in oltre 30 festival internazionali, "Corsari" (Corsarios, 2015), "Missione: Sahara" (Misión: Sáhara, 2016), "Terre costruite" (Tierras construidas, 2019) e "Pessoas" (Pessoas, 2020).

Danzamatta, 5’, Vanja Victor Kabir Tognola, Svizzera

La mattina dopo una festa selvaggia, David e Oscar scoprono che la loro compagna di stanza Robin sta ancora ballando. Cosa diavolo sta succedendo?

Vanja Victor Kabir Tognola è nato nel 1994 a Mendrisio (Svizzera). Nel 1998, dopo essere stato esposto ad alte dosi di film e TV, si innamora del linguaggio cinematografico. Essendo un idioma intuitivo da capire, ma piuttosto difficile da parlare, decide di studiare Cinema per migliorare la sua fluidità. Dal 2016 al 2021 studia Bachelor of Arts in Film all'Università delle Arti di Zurigo.

The Black Veil, 16’,  A.J. Al-Thani, Qatar

Reem, una giovane donna irachena, fugge di casa nel mezzo della notte. vive in Mosul dopo essere stata costretta a spostare un soldato dell’ISIS. Reem trova aiuto in un tassista di nome Ahmed che la aiuta a scappare Mosul e ritrovare la sua famiglia.

A.J. Al-Thani è una premiata regista del Qatar. Si è laureata alla Northwestern University in Comunicazione con un focus sul cinema. Ha iniziato a perseguire il suo sogno di essere una regista con il lancio al Doha Film Institute (DFI). Il suo rapporto con l'Istituto è iniziato nel 2010 quando ha partecipato a uno dei suoi primi workshop di cinema, che ha aperto la porta a molti registi locali per perseguire la loro passione. Per quasi 10 anni, ha sviluppato le sue capacità con l'aiuto dell'Istituto. A.J. ha realizzato due cortometraggi "Kashta" (2016) e "The Black Veil" (2019).

St George and the Dragon, 3’, Gus Kearns, Regno Unito

Una famiglia di intrattenitori medievali mette in scena la leggenda di "San Giorgio e il Drago" per gli abitanti della città. Questo film è un omaggio ai "Mystery Plays" dell'epoca medievale che erano tipicamente eseguiti da una troupe itinerante per il divertimento di adulti e bambini.

Gus Kearns è un modellista, animatore e regista che vive nel Regno Unito. Da bambino si è esibito in vari circhi australiani con la sua famiglia prima di trasferirsi nel Regno Unito e nel 2019 si è laureato in "Stop-motion Animation and Puppet Making" alla Staffordshire University. Ha esperienza professionale lavorando su lungometraggi e spot pubblicitari in stop-motion.





 











©
 Instagram        FilmFreeway